mercoledì 7 aprile 2010

Spleen

SIR WOODROW WYATT

La noia... Quale importanza attribuite alla noia?

Il sentimento della noia nasce in me da quello dell'assurdità di una realtà insufficiente ossia incapace di persuadermi della propria effettiva esistenza. Da La Noia, di Alberto Moravia.


LORD RUSSELL

La considero di enorme importanza [...]. La considero un indice di intelligenza superiore e credo che la sua importanza sia davvero enorme. Lo si capisce dal modo in cui i selvaggi, quando vengono per la prima volta a contatto con la civiltà, vogliono sopra ogni cosa l'alcool. Lo vogliono molto più di quanto non vogliano la Bibbia o il Vangelo, e anche le perline azzurre, e lo vogliono perché per un momento fa scomparire la noia.


Per molti la noia è il contrario del divertimento e divertimento è distrazione, dimenticanza. Per me invece la noia non è il contrario del divertimento; potrei dire anzi addirittura che per certi aspetti rassomiglia al divertimento, in quanto, appunto, provoca distrazione e dimenticanza sia pure di un genere molto particolare. La noia per me è propriamente una specie di insufficienza, inadeguatezza o scarsità della realtà. [...] La noia mi rassomiglia all'interruzione frequente e misteriosa della corrente elettrica in una casa. Un momento tutto è chiaro ed evidente, qui sono le poltrone, lì i divani, più in là gli armadi, la consolle, i quadri, i tendaggi, i tappeti, le finestre, le porte; un momento dopo non c'è che buio e vuoto.